Dimmi che 

Dimmi che riconosci le mani.
Le dita, le luci.
Rendimi partecipe al tempo.

Annegami in doccia,
cercami tra i fiori,
raccontami di Fate bagnate.

Gioie e scrigni d’impazienza,
il rumore dell’alba quando fuori è tardi
e l’insolita malinconia del legno dalla pianta.

Circospetti combattenti di una vita che mai fu.
Donne che canticchiano in bagno mentre si struccano.
Ed io come interregno tra Cose a caso che sorridono
ed il Nulla.

Foto mia. Un 15×30 in tecnica mista.

Annunci

8 thoughts on “Dimmi che ”

      1. Mi piace, e molto. Io ascolto solitamente poca musica italiana. Intimista. Bersani, Capossela, Brunori, Baustelle, Vecchioni vecchie cose. Questa mi è piaciuta molto. Una buona scoperta, ti ringrazio. Tutto da esplorare.

        Mi piace

      2. UH che piacere! 🙂
        Vecchioni a parte… adoro tutto quello che hai citato… Bianconi ha scritto e cantato un pezzo nell’album “un paese ci vuole” di DiMartino

        Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...