Sanremo 2017!! Act 4 + “cazzi e mazzi” outro

Ma ueeeee bella gente, com’è!? Non vedevo l’ora di scrivere di Sanremo. Oggi non ho pensato ad altro. Soprattutto a Greta Menchi in giuria.
Come se sabato facessero a me fare l’arbitro in una partita del 6 Nazioni di Rugby. Che è proprio un bello sport. Mi ricorda il frisbee, il Lacrosse, la pallanuoto, ma con le regole della briscola chiamata.
Questa è la visione che ha la Menchi della musica.
Che poi io ascolti musica del cazzo è sostanzialmente trascurabile, visto che è lei a Sanremo.
Mi spiegate una cosa? Ma gente seria a Sanremo?! Dove è Povia!? Io sono sinceramente preoccupato per il suo amico Luca e per i piccioni. Magari stanno riproducendosi in qualche sottoscala. Luca non beve Red Bull. Lui le ali se le mette da solo.
Ma veniamo al mio amore sconsiderato per Anna Oxa…
Ci siete cascati, eh!?

Stamattina sono stato in comune. Figo. Tutto grigio e pioveva. Io due braccia ho e pure due stampelle. L’unico Parka con cappuccio peloso che avevo è in box con la schiena che pare un giubbotto per sadomasochisti. L’avevo addosso quando mi hanno steso ed è tutto pieno di vetri. Quindi, vista la mancanza cronica e coatta di un terzo braccio per reggere pure l’ombrello, mi sono piantato in testa un cappellino idiota (Badate bene, del Tourist Trophy dell’Isola di Man. In testa ad uno che non è mai stato su una moto o motociclo) e sono uscito. Come uno sgombro nella marea.
Arrivo in comune per ritirare una simpatica cartella di Equitalia e nessuno è in grado di consegnarmela. “Uhhhhh, i vigili sono fuori.”
E quindi… “Può ripassare più tardi?”
-“Nel 2019 va bene? Lo dite voi ad Equitalia?”
“Ahaha! Ihihih! No. Però può ripassare?”
-“Non ho voglia, addio”.
Che si inculino. Renzi non doveva chiuderla Equitalia? Forse Gentiloni è così sexy che a lui nessuno nega un’apertura…

Vado allora dal dottore. Beh, aspetto l’ascensore per salire al primo piano. Una vecchia mi vede, imbocca le scale ed accelera. Mi precede, ovvio.
Dopo 5 minuti entra un’altra persona. Ed il solito “Chi è l’ultimo?” si trasforma in una semi-rissa.
A parte che la prima risposta sensata che mi verrebbe da dire quando uno ti chiede “Chi è l’ultimo?”, sarebbe: “TU, imbecille!”. Ma transeat.
Questo chiede, io rispondo per primo ed indico la strega grigia, che sussulta.
“Guardi che io sono prima di lei!”
-“Certo, perché io le scale di corsa non posso certo farle e mi ha superato…”
“Però sono qui da prima di lei”
-“Sicuro str….” No comment. Avevo l’appuntamento con l’agenzia di recupero danni dopo ed avrei voluto almeno un po’ spicciare casa. Il dopo non è cosa bella da raccontare. ^_^
Uscendo, lei era vicino alla porta, ma non mi ha aiutato ad aprirla. Non so perché, ma l’ottusità incancrenita delle 70enni mi fa partire un embolo soave fatto di “dille ciò che non si aspetta, trattala come una tua amica zoccola”.

Vabbè, dal doc ho detto di aver smesso con gli antidolorifici da banco, il cortisone e quant’altro. Di star dormendo di merda and so on.
“Ti do io qualcosa che ti sistema per la notte…” Se ne esce lui.
-“Dai, smollami il Percocet, Doc.”
Ma dopo un’estenuante trattativa, non ho recuperato né quello né il Contramal.
Tachidol. “Codeina?! Eddai Doc, la Code mi stampa! Almeno con il Perco si ride…”
Trainspotting 2.0, ma essendo un Chimico e non avendo avuto mai dipendenze da farmaci del cacchio, avrei preferito “Ossicodonarmi”. Minchia un sonno la Codeina. Che palle.

Torno a casa, spiccio lo spicciabile. Sistemo i cani in bagno perché sono curiosi e stronzetti. I Bassotti paiono teneri, ma sono dei carri armati in miniatura e territoriali alla morte. Arriva tizio.
Mentre firmo, domando, concordo, i due stronzetti buttano giù più volte la barriera (uno stendi biancheria chiuso messo in orizzontale) che avevo messo davanti al bagno. Non mi andava di chiudere i cagnetti dentro con la porta serrata.
Per le prime volte mi alzo, chiedo scusa e sistemo le cose. Avevo accostato la porta del corridoio e quindi, di certo pensavo che dei cani non potessero mai aprire la porta del corridoio e passare…
Ad una certa vedo che in salotto, nel silenzio più assoluto e certo di non essere visto, passa Romeo di corsa e si nasconde dietro al divano. Tenero lui! Lui fa gli agguati. Tu non lo noti e poi te lo trovi attaccato alle caviglie con dei denti che, nessuno ci crede, ma sono peggio di quelli dei Pitbull. D’altra parte i Bassotti sono cani da caccia morfologicamente studiati per cacciare i Tassi nelle tane. Ed i Tassi sono simpatici come Mario Monti con un dito in quel posto. Sempre che non gli piaccia.
Riesco a recuperare l’uno e l’altro e li sistemo. Monti no, ma non lo avevo chiuso in bagno. Poi la cosa del dito in Monti mi ha un po’ impressionato.
Il tipo della compagnia di recupero se ne va senza incidenti. Mica che mi chieda i danni.
Alle due passate, dopo pranzo, prendo il Tachidol. Come nelle ipotesi che mi erano chiare, mi stampa. Ok, sarà da prendere prima della nanna, giuro che mi sono ripreso alle 19.00. Merda de asen.

E domani? Nel pomeriggio farò il trasferimento a casa della Michy in collina a Brescia, che lunedì avrò la visita là. E lì si capirà come andrò a finire. Sinceramente un po’ di fifa ce l’ho. Vorrei evitarmi un altro gesso e magari un’operazione. Incrociate le dita con me.
Ora vi lascio una canzone idiota, visto il clima di Sanremo.
E’ la song che ha aperto le porte della mia coscienza ai Korn, che prima non avevo mai ascoltato.
Non date giudizi sul testo, s’il vous plait.
Alzi la mano chi ha mai fatto sesso con una gamba ingessata, costole rotte e le palle girate.
Ecco appunto. E la mia curva muta… ^_^

Bonne nuit! ❤ ❤

Korn — A.D.I.D.A.S. (All Day I Dream About Sex)

Annunci

11 thoughts on “Sanremo 2017!! Act 4 + “cazzi e mazzi” outro”

  1. Ma buongiornooooo! Ma…ma…io non sapevo che avevi dei bassotti…dolcissimi 😍😍
    Ma che bello!
    Effettivamente la cartella di equitalia può aspettare…alla vecchia potevi fare uno sgambetto e farla cadere a terra…e magari…mandarla a quel paese…
    Mi dispiace che quel medicinale ti faccia da abbiocco post pranzo di natale 😅
    Eh vabbe!
    Insomma la novità…è il trasferimento?…mhhh…sono felice che tu abbia incontrato una bella persona!
    E si incrocio le dita e non solo quelle delle mani…anche quelle dei piedi e le gambe…quasi a sembrare una treccia umana….
    Un bacione immenso! 😘

    Liked by 1 persona

    1. Beh, i bassotti ce li dividiamo io e la madre di mio figlio. Quando qualcuno è a casa, se li becca almeno non stanno soli. E non fanno casini, che l’inventarsi cavolate da fare è il loro sport preferito. Dopo il rincorrere qualsiasi animale per i prati. Le vecchie vanno prese con molta calma, non sono tipe facili. Sono cattivissime e vendicative. 🙂 Il “trasferimento” è solo temporaneo e parziale, un po’ presto per diventare stanziale. Beh, diciamo che “un po’ troppa paura perché sia affrontato subito” è più coerente. Diciamo che come cosa mi fa impressione, devo ancora abituarmi.
      Mi manca il poter pensare a questa cosa in un regime di vita normale…. che non c’è ancora stato, praticamente. 🙂
      Bacioooooo!!

      Liked by 1 persona

    1. Ehhhh!! “Vorrei avere il becco…”, come cantava il nostro prodigioso poeta capellone… Ma oggi torno a Brescia, quindi cercherò lì i piccioni. Anche se non saranno sicuramente pettinati come quelli di Milano Centro.

      Liked by 1 persona

      1. Immaginandomi una cosa a 3 con la De Filippi è molto meglio… Scherzi a parte, ho la gamba ingessata, costole sfasciate e sarò fatto di codeina. Sanremo sarà bellissimo. Lo guarderò come fossi Tarantino. Il regista, non un custode dell’ILVA

        Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...