Sunday Muzika y letras

Oggi non mi è ancora sopravvenuta la voglia, anzi direi sopraggiunta, di postarvi immagini idiote e strapparvi una risata. Non perché io sia triste. Non mi capita da un po’, un bel po’. Ma sono un cucciolo pensieroso. O almeno, questo è quello che vorrei trasmettere.
“Ode ad un paraculo”. 🙂 Oppure ” Ode ad un paracarro”.

No, non sono triste. La rabbia non lascia posto alla tristezza. Per ora sto incazzuso come Antonino Cannavacciuolo in “Cucine da Incubo”. (Scusate, ma pare il figlio di Bud Spencer. Ed a me fa sorridere.)
Magari dopo; per le cazzate maldestre. Più facilmente domani, tra una pausa e l’altra dal giardinaggio. Tanto non mi devo chinare. Non ho il giardino. Solo balconi e ballatoi.
Sono a casa con mio figlio. Che mi caga come fossi un due di picche a pallanuoto. Ma non è colpa solo della sua età. Anche del mio modo di fare.

Ora vi lascio qualche canzone poco conosciuta. Parto piano e dolce. Salgo poco alla volta (come no… 🙂 ). Viro da un Indie Rock sussurrato ad una rock song in Euskara (la lingua Basca) che è un vero manifesto politico. E’ una cover dei Kortatu fatta da Talco in chiave Ska.
Poi vi faccio scappare con una short esibizione live dei “Le Scrawl”. Tedeschi che suonano Ska-Grind.

Buona serata. Vado a procacciarmi del cibo. Senza arco e frecce. Magari vestito. Ma chi può dirlo?! Ahahahah!!!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...