Dialoghi dopo cena

…Nostalgia, nostalgia canaglia
che ti prende proprio quando non vuoi
Ti ritrovi con un culo di paglia
e un incendio che non spegni mai…

No, non è di Tiziano Ferro.
E’ del suo sedere. Lol.

Ok, ok, il testo, prima della modifica, era di Albano.
Figo, no??
Tra l’altro, cercando sto testo veramente poetico, sono capitato su un sito che dava per certo il nuovo Tour europeo di Gianna Nannini.
Donne! Nascondete le femmine!
E per una volta lo dico io da casa e non alle madri della mia prossima meta di viaggio mentre sono in aeroporto.

Ma veniamo a noi. Io e Michela. Dopo cena. Io a panza piena divento creativo.

Io:”Ma lo sai che se fossi daltonico tu nel mio mondo ‘del dopocena’ sembreresti nera!?” (Se mi infilassi in un armadio stile Narnia, il tutto avrebbe più senso)
Lei:”Il mio ex marito era daltonico e non si è mai lamentato di nulla”
Io: “Cristo, verde saresti anche peggio.”
Lei:”Ma perché devi dire sempre ste cose!?”
Io:”Prima o poi questa roba andrà di moda ed io sarò morto. Mi sento come Verlaine.”
Il mondo è ingiusto.

Buio… giuro che ora mi spengo. Stasera ho dato anche troppo. Prossimo passo, una querela. Ok, la numero 19.

fb_img_1484667107351_1

Annunci

3 thoughts on “Dialoghi dopo cena”

  1. Solo dopo cena diventi creativo??tu sei un moto perpetuo di creatività sconfinata e incredibile….come fai lo sai solo tu….io leggo e dico”che mente ha???”…⚘

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...