The Kandinsky suite Pt.I

Ciao tesorini, tutto bene!?
Qui oggi ha piovuto, evviva!!! Tipo 6 secondi. Quindi ho dovuto fare giardinaggio intensivo comunque. Dio e il meteo sono sempre delusioni.

Ma stasera vorrei parlarvi di ieri.
Alzarsi la domenica mattina presto è sempre uno shock per me, ma a volte le buone ragioni ci sono. Perciò zitto, assonnato ed in doccia. E mescolando, dopo, come cosa consona nomi di dei a caso con capre muschiate quando ho perso la metro per 28 millisecondi ed ho dovuto aspettare mezz’ora per quella dopo.
Sono andato a recuperare la Michi in stazione Centrale. Esco dalla metro e con 3 o 4 finte alla Kakà svicolo dai bengalesi che vogliono vendermi bastoni per i selfie. Giusto una capriola per evitare quelli che “devo tornare a Brescia e non ho soldi”. Creo un muro di fumo ninja con le pallettine esplosive per smarcarmi dai Nigeriani con i libri… ed eccomi lì.
Arriva la Michi. Io ero preso nell’aspettare la Michi. Non la riconosco al volo, ma sono un tarlucco. Mi si avvicina una bionda ed io stavo per inscenare la mia ultima risorsa (quella della donna divisa in due nelle scatole), ma poi le salto in braccio. ^_^

Pomiciata di rigore, un po’ di palestra antistress con il retro dei suoi jeans, e siamo pronti a partire per il museo. Mudec. Mai stato, ma conosco il posto. In via Tortona ci ho lavorato. Due anni, anni fa. E’ uno di quei lavori che dovrei “labor limeare” dal curriculum. Gruppo Techint. Ho già Saipem tra le righe della mia storia. Ed ho schivato Finmeccanica. Un curriculum da “mazzettaro”. Citerò l’abero azzurro ed il fantabosco. Meglio, no!?

Ma veniamo a noi. Il Mudec è davvero un bel museo. Una foto dell’entrata è già partita stamattina.

Io di Kandinsky sinceramente conoscevo poco. Gli astratti più famosi. Anche se, nel suo astrattismo, mi è sempre arrivato come un pittore molto completo.
In questa mostra c’era la sua storia e non solo sua. C’erano “cose” che abbracciavano il suo percorso. Ora ve ne lascio una e poi vi stupisco. Ci sono rimasto io pure.

Jpeg

C’era anche una discreta collezione di oggetti d’arte risalente ai tempi della sua giovinezza. Strani, belli, molto particolari. Un bel viaggio anche nel “perché Kandinsky è stato Kandinsky”.
La sorpresa?
Jpeg

Kandinsky. “Non è che dipingo astratto perché non sia capace di altro.”
Visto? Per me è stata una sorpresa. A volte l’ignoranza è una bella cosa. La foto è riuscita malissimo!! Il quadro dal vivo era altra cosa!

Un museo curato davvero bene. Begli spazi. Niente riflessi ed Opere illuminate bene. Manet & Soci a Palazzo Reale sono stati trattati di cacca. Soprattutto per le luci. Ora vi lascio qualche altra foto:

P_20170709_113851.jpg

P_20170709_114544.jpg

Questo sopra è stato il preferito da Michela. Solo perché è una testona iper-mentale. ^_^

P_20170709_114643.jpg

P_20170709_114842.jpg

P_20170709_120334.jpg
Questo il mio preferito

Jpeg

Pittore straordinario. E’ passato da un dipingere comune e maestoso ad un tradurre figure con simboli. Ci ho trovato un vero e proprio percorso. Davvero fantastico, caldo, bello. I suoi colori ti acquietano, nutrono, non sono mai scontati. So che dirò un’eresia, ma è un po’ quello che mi trasmette Paul Kostabi ed io reagisco all’arte a pelle. Non suo fratello Mark che trovo anche mentalmente scontato. Di Opere di Paul ne ho una decina.

Ora vi racconterò il seguito della giornata. Bella. Chiacchierosa. Fantastica.
A tra poco! ❤

Annunci

23 thoughts on “The Kandinsky suite Pt.I”

  1. Strano. Innovativo. Concentrato. Pronto a scatenare varie riflessioni. Un capolavoro, migliaia di interpretazioni.
    A mia figlia Rebecca, piace tantissimo. Lei è una creativa doc. Quindi penso sia, su un altro livello. Non so ancora quale…però 🤗

    Liked by 1 persona

  2. Fantastico essere tarlucco in centrale…. e chi non lo sarebbe??? Grande pomiciata in centrale sai che bella foto vi avrei scattato??? Per la mostra : i moderni non mi piacciono perchè anch’io sono ignorante a riguardo. Peró i quadri che ci hai mostrato sono veramente belli.

    Liked by 1 persona

      1. No sono deficiente! Mio cugino dipinge quadri quotati anche io provo a indovinare il significato ma canno alla grande! Sempre figure di merda a iosa.

        Mi piace

    1. Vero! Mostra molto ben fatta. Unica pecca? I “cavalieri” con le descrizioni dei titoli, date e tecniche erano veramente striminziti. E per avere qualche info in più restava solo l’audio guida. Una cosa caciarona che non sopporto.
      Bonne journée!

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...