Koi

Sete di sabbia e seta per rabbia
ricordami ritmi spartani e crescimi.
Tutto è un dedalo.
Fonti allegre di cose psicotiche
meraviglie imbarazzate nella pelle.

Ragnatele disperse piano nel giorno del signore
ed io conto e canto il trascorrere delle ore.
Unirci e dividerci in una silloge che sa di bruma tra le cosce.
Prego quando la lecco via
nel tormento estasiato
del dopo sarai mia.

Croci di gambe
da allargare a più non posso
per incrinare il silenzio.
O per guardare un po’ meglio
l’Orchidea sulla quale morire.
Non c’è tregua per l’estasi
con te nel letto.
Si rinasce ogni volta più ebbri.

Hell

Annunci

8 thoughts on “Koi”

      1. mah… credo che un’espressione isolata un po’ piccante possa anche starci dipendentemente dal contesto di tutto un racconto o una poesia; purtroppo certi ne fanno un uso continuo e di basso profilo

        Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...